Contatto diretto: 331.9523745

Ordinanze e Sentenze

Tribunale di Padova - 2^ Sentenza del 07/03/2022

Una seconda sentenza del Tribunale di Padova emessa lo stesso giorno (07/03/2022) che ha accolto l’opposizione e revocato il decreto ingiuntivo di € 723.764,48

 

Visualizza sentenza :  clicca qui

Tribunale di Padova - Una Prima Sentenza del 07/03/2022

Una prima sentenza del Tribunale di Padova del 07/03/2022 che ha accolto l’opposizione ad un atto di precetto di € 251.500,20

Visualizza sentenza : clicca qui

Tribunale di Ascoli Piceno - nullità di un precetto di € 287.853,57

Con sentenza del 02/03/2022 il Tribunale di Ascoli Piceno ha dichiarato la nullità di un di un precetto di € 287.853,57 per assenza di prova, in capo alla società precettante, della titolarità del credito azionato.

 

Visualizza sentenza : clicca qui

Tribunale di Modena - Revoca decreto ingiuntivo di € 88.000,00

Sentenza tribunale di Modena del 13.01.2022 che revoca un decreto ingiuntivo di € 88.000,00 (con condanna della società a pagare alla banca solo € 1.955,10, cioè la differenza tra la somma ingiunta e quella ingiustamente applicata per gli interessi e spese non dovuti).

Visualizza sentenza : clicca qui

Tribunale di Teramo - Ordinanza del 10/01/2022 - SOSPENSIONE VENDITA ALL'ASTA

Ordinanza del Tribunale di Teramo che in data 10/01/2022 ha disposto la sospensione del procedimento esecutivo immobiliare e delle operazioni di vendita.

Visualizza l'ordinanza : clicca qui

Tribunale di Padova Sentenza 07.01.2022 – Azione di simulazione assoluta del Fondo Patrimoniale – Rigetto

Con decisione del 07.01.2022 il Tribunale di Padova ha respinto la domanda di una società di cartolarizzazione volta ad ottenere la declaratoria di simulazione assoluta del Fondo Patrimoniale costituito da due coniugi, assistiti dall’Avv. Alessio Orsini, uno dei quali si era reso fideiussore della Banca cedente. Il Tribunale ha dapprima rilevato che la costituzione del fondo patrimoniale dopo 25 anni di matrimonio non potesse valere, di per sé, a dimostrare la simulazione assoluta del fondo, tanto più che incombeva in capo all’attrice dedurre in ordine alla composizione del nucleo famigliare, ivi compresa la presenza dei figli, la loro età e se convivessero o meno con i genitori. Nemmeno è stata ritenuta decisiva la clausola contenuta nel Fondo, con cui si prevede che non sia necessaria l’autorizzazione del giudice per l’alienazione o la costituzione di diritti di garanzia, o altri vincoli sui beni anche in presenza di figli minori. Il Giudice ha altresì valorizzato le prove offerte dai convenuti in ordine al regolare pagamento del mutuo da parte della società debitrice principale sino ad una certa data successiva al Fondo, nonché l’ampia garanzia patrimoniale costituita da una ipoteca volontaria.

 

Visualizza Sentenza: clicca qui